Menu

Orata All'Acquapazza

Una facile ricetta per gustare il pesce fresco in modo semplice ..

L'ORATA ALL'ACQUA PAZZA è una straordinaria ricetta originaria della cucina partenopea che sembrerebbe risalire alla fine dell'800 e veniva abitualmente usata dai pescatori che erano soliti cucinare il pesce da loro pescato, a bordo delle imbarcazioni, in acqua di mare mescolata a vino bianco (acquapazza appunto).
Si tratta di un classico secondo piatto dal sapore delicato e gustoso, facilissimo da preparare, leggero e profumato, la ricetta perfetta per una cena in famiglia o con gli amici.
L'acqua pazza è una tecnica di preparazione che consiste nella cottura del pesce con aglio e pomodorini, acqua e vino bianco, completa il tutto una spolverata di prezzemolo al momento di servire. 
Un procedimento che consente di gustare il pesce fresco cucinato in maniera semplice e appetitosa

  • Difficoltà: Bassa
  • Costo: Medio
  • Preparazione: 20 Min.
  • Cottura: 30 Min.


INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • 4 Orate
  • 10-15 Pomodorini
  • 6 spicchi Aglio
  • q.b. Olio evo 
  • q.b. Prezzemolo
  • 1/2 bicchiere Vino bianco secco
  • q.b. Sale 
  • q.b. Pepe

PROCEDIMENTO

Prima di tutto pulite le orate: tagliate le pinne laterali, dorsali e ventrali, la pinna caudale potete lasciarla (vi servirà per verificare la cottura).

Squamate le orate, fate un taglio sulla pancia ed evisceratele. A questo punto sciacquatele sotto acqua corrente, anche internamente.

Inserite all'interno di ogni orata un pizzico di sale, un pizzico di pepe , uno spicchio d’aglio intero e qualche ciuffo di prezzemolo. 

Ungete una teglia da forno con l'olio, adagiate le orate ed aggiungete i pomodorini tagliati in 4 parti, altri 2 spicchi d’aglio, mezzo bicchiere d’acqua e mezzo bicchiere di vino i liquidi non devono ricoprire le orate ma rimanere a meno della metà dell’altezza delle orate.

Condite il tutto con un pizzico di sale, una macinata di pepe, prezzemolo tritato a piacere ed infine un filo d’olio. Coprite la pirofila con carta alluminio ed infornate nel forno preriscaldato a 220° per 15 minuti, poi eliminate la carta alluminio e proseguite la cottura per altri 15 minuti.

Le orate saranno cotte quando provando a staccare la pinna caudale questa verrà via facilmente, altrimenti serve ancora qualche minuto di cottura. 

Buon appetito!

LEGGENDE & TRADIZIONI

Si narra che la cottura all'acqua pazza sia stata inventata sull'isola di Ponza, a poche miglia dalle coste del Lazio, e che poi sia diventata celebre grazie a Totò, che ne chiedeva sempre una porzione quando si trovava in vacanza a Capri. Ma la storia vuole che in realtà sia nata tra i pescatori di Amalfi che cucinavano a bordo, con l'acqua di mare, il pesce che nessuno avrebbe comprato e veniva utilizzata con qualunque pesce dalle carni bianche. 
Infatti con la cottura in acqua pazza si possono preparare varie tipologie di pesce come spigola, pagello, mormora, gallinella e altri.

___

Seguimi su Instagram e su Facebook per non perdere le prossime ricette.


TORNA ALLA HOME PAGE
___

1 commento:

ULTIME RICETTE

translate

Autrice

autriceUna raccolta di ricette facili, veloci e per tutti i giorni, dedicata a tutti gli amanti della cucina italiana che vogliono inebriarsi dei profumi e dei sapori dell’Italia e conoscere meglio la storia e le origini della nostra ricchissima cultura gastronomica.
Vai al Profilo Completo →

SEGUIMI SUI SOCIAL

Copyrights© 2021 Passione Cucina Italiana. All right reserved

Cerca nel blog

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n° 62 del 7.03.2001. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email e saranno immediatamente rimossi. L'autrice del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
trova ricetta